venerdì 11 aprile 2008

un pomeriggio particolare







Evento breve ma intenso questo pomeriggio a Pordenone. Nella cornice di "Dedica", quest'anno intitolata a Nadine Gordimer, il Comune di Pordenone ha consegnato il Sigillo della Città all'ex Segretario delle Nazioni Unite, nonché Premio Nobel per la Pace del 2001, Kofi Annan. Sala consiliare piena zeppa di autorità, di consiglieri comunali (come il vostro unile scrivano), di cittadini antichi e nuovi (una bella rappresentanza della comunità ghanese).



Discorsi brevi e di sostanza: dopo l'introduzione di Vincenzo Romor, Presidente del Consiglio Comunale, Sergio Bolzonello ha ricordato il significato dello stemma della città, con le porte aperte verso il mare (aperte verso i traffici e verso l'incontro tra culture); Riccardo Illy ha evidenziato la forza delle culture che sanno incontrarsi e produrre innovazione; Kofi Annan, infine, ha sottolineato la propria convinzione sul fatto che l'incontro tra culture sia un elemento di crescita nel mondo. Un mondo del quale, per un'oretta, ci si è sentiti tutti, nella piccola aula in fondo a Corso Vittorio, più al centro.






Ho fatto qualche foto: le allego qui. Ad una, che mette in crisi alcuni luoghi comuni, sono particolarmente affezionato, ed i Consiglieri comunali di Pordenone capiranno perché.

2 commenti:

Emanuele ha detto...

Ciao Piervincenzo.
E' stato effettivamente un evento importante. Più si avvicinava l'evento è più mi rendevo conto che stavo avendo l'occasione, probabilmente unica, di essere a contatto con un'icona universale della lotta mondiale alle discriminazioni. E' stato bello mostrare quanto la nostra comunità sia capace di integrare, è stato bello sentire quanto cittadini di altri continenti stiano apprezzando la nostra terra. Un solo piccolo appunto, data l'importanza dell'evento (citato anche dai media nazionali): avrei gradito che dalla nostra comunità fosse partito un segnale di sensibilizzazione sul tema del Tibet. I presupposti c'erano tutti: appuntamento importante; ospiti di rilievo e per l'appunto più che attinenti; tema più che attuale.
Grazie per la tua ospitalità. Cordialmente. Emanuele Loperfido

Piervincenzo ha detto...

Caro Emanuele, grazie per la bella riflessione su un bel momento di vita della nostra città. Sul Tibet sono d'accordo con te, come sai sul blog avevo segnalato (a fine novembre-inizi dicembre)l'assordante silenzio che aveva accompagnato la visita del Dalai Lama in Italia. Potremmo pensare a qualcosa, no?